La Spada

La Spada: l'Anima del Samurai

a cura di Lucio Valente

Menu Home page
Home Sensei
Menu Budo
Home Budo

Se l’arco e la lancia venivano usati nella lotta a distanza, la spada serviva nel combattimento corpo a corpo, quindi assumeva un’importanza fondamentale. Non siamo lontani dal vero, se affermiamo che la spada per il samurai era molto di più che un’arma, molto di più, di un pezzo artistico, o di un emblema religioso, simbolizzava in effetti la perfezione della vita sul proprietario, il cuore del guerriero, onore, lealtà, dignità. Alla morte del guerriero veniva posta accanto al corpo, poi era ereditata dal figlio in modo da tramandarsi di generazione in generazione. Durante la nascita di un figlio la spada serviva per allontanare gli spiriti maligni; poi all’età di cinque anni il bambino riceveva una spada talismano, mamori-gatana e infine a quindici anni il ragazzo aveva le sue prime vere spade assieme all’armatura. Da allora doveva iniziare a specializzarsi per il suo rango di samurai.

Impugnatura

RELAZIONI E DATI: TSUBA IN ACCIAIO, DI FORMA OVALE, dim. 79 X 89 mm.

MATERIALI IMPIEGATI: ACCIAIO, ARGENTO PURO

MOTIVO: RAMI DI CILIEGIO IN FIORITURA. IL FIORE DEL CILIEGIO, SIMBOLEGGIAVA IL SAMURAI, PERCHE’ COME IL FIORE PERDE I SUOI PETALI AI PRIMI SOFFI DEL VENTO, COSì I GUERRIERI ERANO SEMPRE PRONTI A DARE LA VITA PER IL LORO SIGNORE.

Impugnatura

Il samurai portava sempre due spade che diventavano il suo segno distintivo: quella lunga, il katana, portata in un fodero infilata nella cintura sul fianco sinistro e quella corta wakizashi, portata nella cintura all’altezza dello stomaco. Mentre la prima veniva lasciata in particolari situazioni dal bushi (visite, incontri), la seconda non lo abbandonava mai, ed era infatti chiamata:” il guardiano del suo onore”. Fu durante il XII-XIII secolo che le spade giapponesi raggiunsero un livello tecnico mai più ottenuto. Tutte le lame forgiate prima del 1596 sono qualificate "vecchie", koto, mentre quelle fabbricate dopo sono dette “nuove”, shinto.

Data l’importanza che la spada rivestiva per il samurai, non meraviglia che quest’arma abbia impegnato centinaia di maestri che ne insegnavano le strategie e le tecniche (kenjutsu) nelle diverse scuole del Giappone. Il fatto che comunque il samurai fosse particolarmente versato nell’uso della spada è stato attestato anche da fonti straniere: "il guerriero brandiva una lama molto lunga con una tale rapidità che non si vedeva nulla tranne la bianca lucentezza del metallo".

 

Bibliografia: I SAMURAI - A. ALABISO

LA VIA DELLE ARTI MARZIALI - H. REID - M. CROUCHER

ENCICLOPEDIA DELLE ARMI - FRATELLI MELITA EDITORI

...indietro top
Copyright 2001-2019 TDE Informatica Home  > Budo