IL Kung - Fu
 

La storia del Kung-Fu e dello Shoalin (3000 a.C. - 500 d.C.)

Menu Home page
Home Sensei
Menu Budo
Home Budo
Menu Kung-Fu
Home Kung-Fu

In Cina, nel terzo millennio avanti cristo durante il regno del mitico Imperatore Giallo Huang Ti, esisteva già una forma di lotta a mani nude, chiamata Chiao-ti i cui praticanti combattevano caricandosi con la testa come tori.

Le prime vere e proprie notizie delle Arti Marziali si hanno con Confucio (11°-3° secolo avanti cristo) il quale invitava i giovani non solo a studiare i libri classici, ma anche a praticare Arti Marziali.
Egli si riferiva soprattutto al tiro con l'arco e alle corse con i carri, anche se esistevano altri tipi di lotta come Wu-i (Arte Marziale) Chi-chi (colpire con abilità).

Durante la dinastia Chou visse Sun Tsu, famoso teorico della guerra, che scrisse "l'arte della guerra", nel quale spiegava tattiche e strategie  applicabili al combattimento singolo.

Nell' epoca degli Yu Hsieh (cavalieri erranti), i militari ed esperti di Arti Marziali vendevano i propri servigi al miglior offerente: su questi mercenari Ssu Ma Chien scrisse: - Le loro parole erano sempre sincere e degne di fiducia, le loro azioni sempre rapide e decise. Compivano ciò che avevano promesso e senza badare a se stessi si gettavano nei pericoli che minacciavano gli altri -.

Nel 221 a.c. Shih Huang Ti fece costruire la Grande Muraglia, fece bruciare tutti i libri tranne quelli di medicina e di divinazione (I Ching) e perseguitò gli intellettuali, ritenendo che le tradizioni potevano ostacolare la sua politica. Per questo motivo c'è scarsità di notizie sulle Arti Marziali.

Dal 206 a.c. al 220 d.c. ci fu la dinastia di Han, grazie alla quale la Cina attraversò un periodo molto fiorente e la lotta (Chi Ch'iao, abilità e talento) divenne molto popolare.
Intorno al 100 d.c. il famoso maestro Kuo I creò lo stile Ch'ang Shou (la lunga mano), il progenitore dello Shaolin, mentre il famoso storico Pan Ku scrisse un libro sulle Arti Marziali praticate in quel tempo.

Gli anni successivi videro numerosi scontri, durante i quali le gesta eroiche dei guerrieri furono narrate dai romanzi e novelle. Tra i guerrieri citiamo Kuan Yu, famoso per abilità nel maneggiare l'alabarda (Kuan Tao arma fondamentale dello Shaolin): in suo ricordo furono erette molte statue.

Alla fine della dinastia Han visse Han To taoista, conosciuto per aver creato un serie di esercizi basati sugli atteggiamenti di animali: tigre, scimmia, orso, cervo e gru.

top continua...
Copyright 2001-2019 TDE Informatica Home  > Budo  > Kung Fu