Articoli

Tanto sudati

Menu Home page
Home Sensei
Menu Articoli
Home Articoli
 
Cosa significa per te il termine karate tradizionale?
“Karate tradizionale significa praticare il vero karate, cioè quello dei maestri che studiarono i kata e le tecniche alle loro origini “.

Qual è la relazione tra karate tradizionale e le gare di karate?
“Io penso che il karate tradizionale e le gare non abbiano differenze trascendentali. Anzi ci terrei a ricordare che in Giappone le gare sono sempre esistite e di sicuro si può affermare che quello era vero karate tradizionale.
“Questo concetto lo ha spiegato molto bene a Torino il maestro Shirai raccontando la sua storia da agonistica. Bisogna ricordare che nel karate tradizionale le tecniche vengono sempre portate con kime, precisione e scelta di tempo “.

Che valore ha il dan e qual’ è il tuo rapporto con i gradi superiori o inferiori?
“Prima di tutto vorrei dire che sicuramente il dan contano ma per essere un buon insegnante contano anche i tanti anni di esperienza. Questi due elementi insieme fanno un buon maestro.
“Penso che avere umiltà e disponibilità verso i propri allievi abbia la sua importanza come per il maestro, quindi io ho il massimo rispetto sia per i gradi superiori che per i gradi inferiori. Così insegna il karate “.

La Fikta soddisfa le tue aspettative? Perché hai fatto questa scelta? Aspetti positivi e negativi.
“Penso che la Fikta più di così non possa fare e che tutti i dirigenti e tecnici lavorano con il massimo impegno. Quindi non ho nessuna recriminazione da fare alla Federazione di cui faccio parte.
“Ho di aderire alla Fikta per seguire il maestro Shirai, sono 35 anni che lo seguo e intendo seguirlo fino alla fine della mia carriera di karateka “.

Il curriculum di Gianni Sudati
Inizia la pratica nel 1965, acquisisce il 1° dan nel 1968 e raggiunge il sesto dan nel 1996. Diventa istruttore nel 1972 e maestro nel 1975.
Attualmente è membro della Commissione tecnica nazionale e responsabile tecnico regionale. In passato per 10 anni è stato responsabile regionale arbitri presso la società in cui insegna anche attualmente: Shoto Ken Shukai Treviglio, largo Vittorio Emanuele II n° 1, Treviglio (Bg) tel. 0363/45160

Per gentile concessione della rivista Samurai Banzai
Mese di Marzo - Anno 2003
... indietro top  
Copyright © 2001-2019 TDE Informatica Home  > Articoli